It En
Home » Top Lots » Santa Maria egiziaca in estasi, sostenuta da un angelo

Fai scorrere il mouse sulla foto per visualizzare i dettagli.

117

Scuola romana

seconda metà del secolo XVII

Santa Maria egiziaca in estasi, sostenuta da un angelo

Il dipinto, finora inedito e rinvenuto in occasione di questa vendita in un’importante collezione nobiliare di origine lombarda, raffigura Santa Maria egiziaca mentre si abbandona tra le braccia di un giovane angelo per immergersi nel suo estatico deliquio. L’angelo vigila sulla santa e la sostiene indicandole con la mano destra la sorgente di luce rivelatrice. Alla scena assistono evidentemente incuriositi due cherubini, quasi fossero novelli spettatori. Se il clima mistico è conforme ai dettami della Riforma cattolica, che aveva alimentato nuove forme di religiosità e di ascetismo moderno attraverso le estatiche sante di Bernini e di Lanfranco, diversamente dalla tradizione iconografica, Maria Egiziaca è di una bellezza moderna. Giovane donna, dalla carnagione lunare e dalla folta capigliatura bionda, indossa un saio intrecciato di paglia che le disegna le forme, scoprendole sensualmente la spalla sinistra ed il braccio abbandonato in primo piano. Il dipinto è stato attribuito su basi stilistiche ad Antonio Gherardi (Rieti 1638-Roma 1702), allievo di Pierfrancesco Mola, esponente della pittura tenebrista che si dipana a Roma, con declinazioni diverse, a partire dalla metà del Seicento e di cui Lanfranco, Mola e Mattia Preti possono considerarsi a buon titolo gli inventori. Tale corrente, caratterizzata da tinte fortemente contrastate e dalla preferenza per gli effetti naturalistici, si pone in antitesi con i dettami classicisti teorizzati da Gian Pietro Bellori e rappresentati sublimemente dal pennello di Carlo Maratti. Oltre a Gherardi il presente dipinto è stato accostato su basi stilistiche all’opera di Girolamo Troppa (Rocchette 1636-Roma 1710), pittore sabino, esponente originale della corrente del naturalismo romano (cfr. F. Petrucci, Considerazioni su Girolamo Troppa: un “tenebrista” del tardo Seicento romano, in “Prospettiva”, nr. 146.2012(2013), pp. 88-102), la cui opera si sviluppa in bilico tra barocco maturo e classicismo marattesco in un amalgama di componenti stilistiche originate dall’ambiente artistico romano del suo tempo. ROMAN SCHOOL, SECOND HALF OF 17TH CENTURY, ECSTASY OF SANTA MARIA EGIZIACA, OIL ON CANVAS, WITHOUT FRAME, 161 x 94 CM

€ 10.000 - € 20.000

Venduto per € 23.750

Note:
olio su tela, senza cornice, cm 161 x 94

Informazioni

Richiedi informazioni su questo lotto.


* campi obbligatori

Lotto numero 117, Top Lots


Opere in asta dello stesso autore

Nessuna opera in asta dello stesso autore

Video

News